PROGETTI


DISAGIO ABITATIVO, inaugurati 5 nuovi alloggi transitori alla Ficaia.

Una breve cerimonia con le autorità locali e provinciali ha sancito oggi alla Ficaia (Massarosa) lâ...

APRIAMO ALL'ACCOGLIENZA!!!Alloggi transitori a Pieve Fosciana

Le strutture messe a disposizione in Garfagnana simili a quelle costruite a Massarosa DISAGIO ABITAT...

SERVIZIO CIVILE VOLONTARIO: 6 posti a disposizione nelle attività della Fondazione Casa- scadenza prorogata all'8 luglio

Sono 6 i posti a disposizione per i giovani dai 18 ai 28 anni di età nelle strutture della Fondazio...

in EVIDENZA

Convegni e conferenze / 27 giugno 2015
"L'accoglienza non è più una virtù?"

In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, sabato27 giugno 2015 dalle 9.30 presso la Sala Pardi - Polo Culturale Artemisia, si terrà il seminario sull'accoglienza "L'accoglienza non è più una virtù?". Si allega il programma del seminario...

CONTINUA LA LETTURA

News / 12 novembre 2015
DUE ABITAZIONI A CANONE AGEVOLATO PER LE DONNE VITTIME DI VIOLENZA CHE INTRAPRENDONO UN PERCORSO DI REINSERIMENTO SOCIALE

Comunicato Stampa-Siglato stamani il protocollo tra Provincia, Fondazione Casa e Centri Antiviolenza di Lucca e Viareggio DUE ABITAZIONI A CANONE AGEVOLATO PER LE DONNE VITTIME DI VIOLENZA CHE INTRAPRENDONO UN PERCORSO DI REINSERIMENTO SOCIALE L'aut...

CONTINUA LA LETTURA

News / 19 aprile 2016
LINEE DI INDIRIZZO PER IL CONTRASTO ALLA GRAVE EMARGINAZIONE ADULTA IN ITALIA

Le Linee di Indirizzo per il Contrasto alla Grave Emarginazione Adulta in Italia, sottoscritte nel novembre 2015 in Conferenza Unificata Stato Regioni e presentate dal Ministro Poletti il 10 dicembre 2015, sono il frutto di un gruppo di lavoro coord...

CONTINUA LA LETTURA


in BREVE

Il progetto prevede la riqualificazione di una ex piscina, dismessa e abbandonata, nonché fonte di pericoli, situata all'interno di un complesso residenziale-agricolo nel Comune di Massarosa (Versilia), di proprietà di Fondazione Casa Lucca e la sua trasformazione in un luogo di aggregazione e integrazione legato alla cultura del cibo, attraverso un progetto di ri-funzionalizzazione che mira alla creazione di un ANFITEATRO VIVO.

L'intera area sarà sfruttata per realizzare un anfiteatro e un'ampia area destinata alla coltivazione di erbe spontanee commestibili che possono costituire un primo approccio alla cultura del cibo e all'utilizzo di prodotti poveri senza dimenticare la qualità e il gusto dell'alimentazione.

Il cibo e la sua cultura rappresentano i cardini dell'esistenza e della quotidianità dell'essere umano congiuntamente alla salute fisica e psicologica. Il soggetto con scarse risorse economiche, frequentemente gravato da condizioni socio-psicologiche complesse, utilizza le proprie disponibilità in maniera poco efficiente e soprattutto poco salutare.

L'obiettivo è interrompere il ciclo rovinoso e l'interdipendenza tra debolezza economica, sociale e psicologica, modesta capacità di reazione-azione, ridotta conoscenza dell'alimentazione, fragilità della salute fisica attraverso la condivisione di un percorso di educazione al cibo, l'apprendimento di una professione e la coprogettazione di uno spazio pubblico pluriuso.

L'intersezione tra cibo come produzione di cultura, la terra, risorsa terapeutica, come luogo di formazione e apprendimento di un mestiere e l'anfiteatro vivo, sinonimo di pubblico, partecipazione e relazione, costituisce il motore per la fuoriuscita dalla marginalità e per l'apertura alla società civile fornendo nuovi servizi culturali.

Gli attori-protagonisti dell'ideazione del progetto sono persone, di culture differenti, in condizioni di disagio socio-abitativo, caratterizzati da complessità psichiatriche, in particolare forme depressive, attualmente residenti presso il Complesso La Ficaia.

Il gruppo degli attori-protagonisti del progetto farà parte e sarà coadiuvato da Fondazione Casa 2.0, emanazione giovanile di FCL costituita da figure professionali tra loro complementari (sociologo, psicologo, educatore, agronomo,urbanista) che supporteranno l'implementazione e l'avvio dell'attività e da altri professionisti individuati ad hoc.

Gruppo di lavoro: Fondazione Casa Lucca, Federica Scardigli,  Alessio Angeli, Chiara Matteoni, Bioarchitettura Lucca appositamente costituito (arch.tti G.Bertolucci, R.Collodi, M.Carli, A.Biagioni, A.Amari)


PARTNER

Comune di Barga Comune di Barga
Comune di Castelnuovo Garfagnana Comune di Castelnuovo Garfagnana
Comune di Lucca Comune di Lucca
Comune di Capannori Comune di Capannori
Comune di Massarosa Comune di Massarosa
Borgo a Mozzano Borgo a Mozzano
Comune di Porcari Comune di Porcari
Arciconfraternita di Misericordia di Lucca Arciconfraternita di Misericordia di Lucca
Fraternita di Misericordia di Capannori Fraternita di Misericordia di Capannori
Fraternita di Misericordia di Corsagna Fraternita di Misericordia di Corsagna
Martini Associati s.r.l. Martini Associati s.r.l.
Arcidiocesi di Lucca - Ufficio pastorale Caritas Arcidiocesi di Lucca - Ufficio pastorale Caritas
Ce.I.S. Gruppo Giovani e Comunità Lucca Ce.I.S. Gruppo Giovani e Comunità Lucca
CISL Lucca CISL Lucca
UIL UIL
CGIL Lucca CGIL Lucca
Gruppo volontari carcere - Lucca Gruppo volontari carcere - Lucca
Istituto Nazionale Bioarchitettura Istituto Nazionale Bioarchitettura
Confraternita di Misericordia Lido di Camaiore Confraternita di Misericordia Lido di Camaiore
ARCI - Lucca ARCI - Lucca
So & Co - Solidarietà e Cooperazione Lucca So & Co - Solidarietà e Cooperazione Lucca
GVAI GVAI
SUNIA SUNIA
Croce Verde Viareggio Croce Verde Viareggio
Altri valori Altri valori